Official Pisa City Website
italiano | english
wjjf pma pisa
 

MENU

STORIA DEL JU-JITSU
FILOSOFIA
F.I.M.A.
I.I.B.B.
KOBUDO
BAMBINI
VIDEO
STEMMI E UNIFORME
LINKS
FAQ'S
JU-JITSU BLOG


 

Wjjf Pma Pisa

 

ARCHIVIO EVENTI

20/21-06-2009: RITIRO NAZIONALE - Reggello (FI)
 
                                                                                

 Foto di Gruppo partecipanti al ritiro nazionale di Reggello (firenze)

territorio di Reggello possiede in misura esemplare le caratteristiche che rendono la Toscana e il contado fiorentino particolarmente attraentiIl territorio di Reggello possiede in misura esemplare le caratteristiche che rendono la Toscana e il contado fiorentino particolarmente attraenti, e sotto profili diversi: non solo la configurazione del paesaggio che si offre alla contemplazione o si pone come meta di escursioni, è di volta in volta piacevole e suggestiva, ma vi si trovano inserite emergenze storico-artistiche di altissimo valore.
Questo abbinamento fa sì che una gita a Reggello appaghi sotto diversi punti di vista: e quando il viaggiatore di palato fine avrà fatto la sua scorta di olio prezioso, potrà con soddisfazione seguire le tracce dell'appassionato d'arte che nel frattempo avrà visitato, o rivisitato il Trittico di San Giovenale di MasaccioVista serale dell'Agriturismo "La Corte" nella splendida Pieve di Cascia, o gli Angeli di Antonio Rossellino in San Clemente, avrà ammirato il Ghirlandaio nell'altra altrettanto importante Pieve di Pitiana, e passando per Caselli, Cancelli, Fronzano, Arfoli, (per citare solo alcune delle chiese dotate di importanti dipinti e affreschi dal secolo XIV al XX), si sarà preparato a raggiungere Vallombrosa, che alla fine dell'erta salita fra gli alberi si pone come un grande museo d'arte sacra con la sua chiesa ricca di altari incastonati in un complesso conventuale di grande rilevanza architettonica e spirituale.


Ma ancora rimarrebbero da vedere le grandi ville e le fattorie importanti - la differenza a volte è davvero minima tanto armoniosi si presentano questi edifici, belli e funzionali insieme - e i ponti, e i mulini, e i raggruppamenti più antichi di case che risalgono ancora al medio Evo.

Tavolo "Presidenziale" durante la cena in cantinaTutte queste presenze fanno quindi di Reggello un territorio nel quale particolarmente pressanti ed estesi sono i compiti di tutela del patrimonio artistico, ma nel quale pure tale compito è reso straordinariamente gratificante.
Anche quest’anno il cult dei ritiri della Wjjf Pma Italia, si è svolto a Reggello in questa splendida cornice sopradescritta nel meraviglioso antico casolare ora adibito ad agriturismo chiamato “Le Corti”, su un colle dominante la meravigliosa piana reggellese.

 

Tutti in piscinaLe due giornate si sono svolte come da protocollo con un perfetto tempismo ed una accurata organizzazione da parte di tutta la Direzione Tecnica di Firenze che ospitava i fortunati partecipanti al ritiro.

Purtroppo, data la numerosa ma non sufficiente disponibilità delle camere non abbiamo potuto accontentare tutte le richieste di partecipazione, e per questo ci scusiamo con chi avrebbe voluto esserci.

Le camere con il soffitto di "cristallo"Il ritrovo direttamente all’agriturismo è stato fissato per le ore 10.30 del mattino del sabato 20 giugno. Appena lasciati i bagagli in camera e dopo aver scattato qualche foto al forte contrasto tra il soffitto in cristallo dove è possibile dormire sotto le stelle e le tipiche travi in legno delle case di campagna, ci siamo ritrovati tutti quanti in piscina per rilassarci e divertirci sotto uno splendido sole di fine giugno, davanti ad un panorama mozzafiato.




L'Avvocato GerardiPoco dopo quando tutti asciutti dalla doccia fatta in camera per togliersi di dosso il cloro della grande vasca, ci siamo diretti sotto il loggiato per godere degli antichi sapori della cucina toscana con pietanze fresche di stagione e tortini salati accompagnati da uno freschissimo vino bianco. Uno “spuntino leggero” in attesa di andare nel palazzetto comunale per lo stage del sabato pomeriggio. Prima dello stage il Dr. Gerardi avvocato pisano, ci ha illuminati con un approfondimento sulla legge 52 del codice Penale e sulla legge in materia di legittima difesa spiegando in maniera non troppo tecnica aspetti positivi e negativi durante un dibattito su un aggressione.

Il presidente Adriano Busa' Un intervento successivo del Presidente Busà ha denudato intimamente gli aspetti filosofici della Wjjf ricalcando fedelmente quello che è stato l’approfondimento illustrato a Liverpool direttamente dal Soke Clark.
Stage al Palazzetto. Quando ci siamo cambiati per iniziare la lezione nella struttura sportiva si respirava già negli spogliatoi un’aria elettrica con tanta voglia di fare Ju-Jitsu tipica dei grandi eventi.
Devo dire che la lezione tenuta dai due 5th Dan della federazione il Maestro Andrea Colombini e il Maestro Adriano Busà è stata molto appassionante e divertente. Finito lo stage tecnico ci siamo dilettati in una partita a calcio tra istruttori ed allievi correndo come matti con il “ghi” ancora addosso, un divertimento incredibile che ha visto la vittoria finale delle giacche bianche.


Il "brindisi" durante la cena nella suggestiva cantinaAl ritorno, la cena ci aspettava nelle tavole imbandite in cantina. Una cantina del 1274 totalmente interrata, dove è possibile nelle giornate di pioggia vedere trasudare dagli antichi muri in pietra l’acqua piovana raccolta poi un uno scannafosso in basso al muro. Una visione suggestiva. Tra odore di vino e paglia, tipico delle vecchie cantine abbiamo gustato degli antipasti toscani e delle lasagne verdi al ragù da svenimento, per poi passare ad una bistecca alla fiorentina da Guinness con contorno di pisellini freschi di campo. Il tutto innaffiato da vino rosso del prato magno e per finire torte alle mele fatte dalle donne del paese.

Fase di riscaldamento durante lo stage al palazzetto di Reggello E qualche grappa per i più golosi. La serata è proseguita all’aperto con discussioni interessanti riguardo il Ju-Jitsu e aspetti più intimi, più personali.

La mattina seguente, dopo una buona colazione, ci siamo avviati di nuovo verso il Palazzetto dello Sport per la seconda parte dello stage del giorno prima. Ci hanno raggiunti anche il Maestro Enrico Vignali e alcuni suoi allievi. L’impostazione dello stage è stata concentrata su attacchi multipli e su difese veloci da più avversari.

Maestro Enrico Vignali 5th Dan - Commissario Tecnico NazionaleI tre Commissari Tecnici della Pma Italia: Colombini, Vignali, Busà, hanno dato sfoggio delle loro alte qualità tecniche. E’ un vero piacere vedere dei Maestri di questa caratura che esprimono uno stile di Ju-Jitsu di livello internazionale misto ad una esemplare umiltà e ad una energia coinvolgente che trapassava chiunque avesse lo sguardo su di loro. Due ore di ritmo serrato di esecuzioni perfette tirate ad una velocità incredibile. Il saluto finale e la consegna dei diplomi di partecipazione hanno segnato la fine di questa domenica di sport e di confronto lasciando in tutti un sorriso spontaneo e un ottimo ricordo.

Il Direttore Tecnico di Firenze in compagnia del Responsabile Regione Toscana Massimiliano Maltagliati e i Commissari Tecnici NazionaliPoi, di nuovo in cantina per il pranzo finale a base di fusilli alla lepre, cinghiale in umido e patate arrosto, hanno sigillato una due giorni incredibile all’insegna, dell’amicizia, della cordialità e della vera condivisone. Infatti come dice sempre il nostro Presidente Adriano Busà il Ju-Jitsu è come una moneta fatta di due sfaccettature una è lo stile e la tecnica, l’altra è l’aspetto umano e filosofico. Infatti la dolce arte è uno splendido mezzo per la conoscenza approfondita della natura misteriosa dell’uomo. Questo è il vero significato di: Ju-Jitsu.

Giovanni Legato
Direttore Tecnico di Firenze
Wjjf Pma Italia

 
     
 
 
<< ARCHIVIO EVENTI

 
 
 

 







CHE TU SIA UN PRINCIPIANTE ASSOLUTO O UN ESPERTO DI ARTI MARZIALI TROVERAI SODDISFATTE LE TUE ESIGENZE... VIENI A TROVARCI !
 

Site Map | Legal disclaimer | Privacy Policy | Copyright |

2008 W.J.J.F. P.M.A. PISA All copy rights. webmaster Luca Romoli